spartaco
UTRtek Correctly sistem

Quante immersioni per essere istruttori?

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Andare in basso

Re: Quante immersioni per essere istruttori?

Messaggio Da sise il Lun Mar 30, 2009 1:45 pm

vorrei chiedere un parere agli istruttori che frequentano il forum.
visto che oggi , almeno in sede europea, si sta andando sempre più verso l'aggiornamento obbligatorio, i medici hanno gli ecm che devono dimostrare via via per poter esercitare la propria professione, i commercialisti idem ecc... , e visto che gli istruttori sono comunque dei soggetti che hanno la responsabilità di brevettare delle persone che potrebbero farsi male nella propria attività, non sarebbe auspicabile che le didattiche, visto che annualmente chiedono un contributo in denaro per continuare la carriera, fare un qualcosa di simile?
che so una riunione pratica , vari corsi di aggiornamento ecc.. da verificare annualmente?
potrebbe essere una sicurezza in più anche per gli allievi.
naturalmente il tutto fatto per bene, non certo "all'italiana"....
s
avatar
sise

Numero di messaggi : 383
Età : 54
Località : MARE
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

r

Messaggio Da Andrea_N il Lun Mar 30, 2009 5:12 pm

[quote][quote:2155="sise"]vorrei chiedere un parere agli istruttori che frequentano il forum.
visto che oggi , almeno in sede europea, si sta andando sempre più verso l'aggiornamento obbligatorio, i medici hanno gli ecm che devono dimostrare via via per poter esercitare la propria professione, i commercialisti idem ecc... , e visto che gli istruttori sono comunque dei soggetti che hanno la responsabilità di brevettare delle persone che potrebbero farsi male nella propria attività, non sarebbe auspicabile che le didattiche, visto che annualmente chiedono un contributo in denaro per continuare la carriera, fare un qualcosa di simile?[/quote]

Io credo che già avvenga. Le didattiche hanno il problema che dovrebbero organizzare non uno ma più aggiornamenti che potrebbero richiedere varie ripetizioni a causa delle logistiche geografiche degli istruttori residenti o a cause di forza maggiore (indisponibilità dell'istruttore).
Penso però anche, che più che le didattiche dovrebbero essere gli istruttori ad organizzare seminari o aggiornamenti vari all'interno del proprio club, in questo modo si avrebbe una perfusione più capillare e quindi efficace.

[quote]che so una riunione pratica , vari corsi di aggiornamento ecc.. da verificare annualmente?
potrebbe essere una sicurezza in più anche per gli allievi.
naturalmente il tutto fatto per bene, non certo "all'italiana"....[/quote]

Mah Sergio, purtroppo con lo stato attuale della subacquea, molto, se non tutto è demandato alla sensibilità e al senso professionale del singolo istruttore.
Personalmente guardo con molta simpatia alle didattiche che hanno il brevetto a scadenza, secondo me potrebbe essere un mezzo valido per mantenere decente lo status tecnico del sub.
ciao
A.
s[/quote]

Andrea_N

Numero di messaggi : 26
Località : Quarrata (PT)
Data d'iscrizione : 04.01.09

http://www.andreaneri.net

Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum