spartaco
UTRtek Correctly sistem

Il punto critico nell'immersione

Andare in basso

Il punto critico nell'immersione

Messaggio Da spartaco il Sab Dic 03, 2011 6:44 pm

Apro questo post in modo proovocatorio.
Siamo sicuri tutte le volte che scendiamo in immersione di riuscire a prevede tutto quello che potrebbe succedere nel normale svoolgimento?
E secondo voi esiste un punto critico?
Come raccomandato nei manuali, riusciamo ad avere un piano di emergenza efficiente?
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Il punto critico nell'immersione

Messaggio Da Mr.fantastic il Dom Dic 04, 2011 10:33 am

Sicuramente non siamo sicuri che tutte le volte che scendiamo riusciremo a prevedere tutto quello che potrebbe accadere e sicuramente, non siamo altrettanto sicuri di riuscire a gestire ogni eventuale problema. Sicuramente anche, esiste un punto critico e forse anche più di uno. Da parte mia visto che faccio solo immersioni in ARIA, uno dei punti critici è la NARCOSI ed i suoi effetti, ma un altro punto critico e non di minore importanza è: il tempo da passare in DECO, tempo in cui qualsiasi cosa succeda non puoi emergere, quindi, tempo in cui si presenta una leggera ansia che se in quache soggetto si trasformasse in panico la cosa non sarebbe gestibile dal compagno o per lo meno sarebbe gestibile con difficoltà.
Un piano d'emergenza? penso che tutti i manuali del mondo non potranno mai dirti cosa devi fare in certe occasioni e questo lo dico per esperienza diretta, possono suggerirti alcune procedure ma non possono essere li al tuo posto durante l'emergenza!
Ciao venta! oioi
avatar
Mr.fantastic

Numero di messaggi : 329
Età : 55
Località : montecatini terme
Data d'iscrizione : 05.12.08

http://ventaste.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Il punto critico nell'immersione

Messaggio Da spartaco il Mar Dic 06, 2011 7:15 am

Giusto la narcosi, a logica si potrebbe pensare che basti il trimix, ma non è così.
Molti errori spesso vengono compiuti in immersioni banali, ben dentro la curva di sicurezza.
Pallonate perdita del compagno,esaurimento aria...solo alcune per esempio.
Altri errori vengono compiuti in immersioni che sulla carta dovrebbero essere accuratamente pinificate, errori nelle scorte gas decompressivi, perdita del compagno, errato sisteme di risalita.
Si deve prevenire oppure bisogna pensare che l'imprevisto sia per forza ineluttabile?
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Il punto critico nell'immersione

Messaggio Da spartaco il Mar Dic 06, 2011 7:16 am

Ovvio se imprevisto significa imprevedibile,ma gli errori più comuni secondo me si possono diminuire se non addirittura eliminare......
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Il punto critico nell'immersione

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum