spartaco
UTRtek Correctly sistem

La maschera di scorta

Andare in basso

La maschera di scorta

Messaggio Da spartaco il Gio Gen 08, 2009 1:42 pm

riporto brevemente quanto accaduto ad un mio amico domenica in immersione per prendere spunto sulla neceesità o no di portare una maschera di scortain immersione:
durante un immersione all' Elba era in coppia con altro sub, sono entrambi sub esperti e l'immersione allo soglietto è per loro una consuetudine.
Ad un tratto il compagno mentre si sitema la maschera gli si rompe il laccio, con calma cerca di riposizionalrla trattenendola con le mani, il tempo di cercare di aiutarlo ed iniziano a perdere tutti e due l'assetto; il mio amico cerca di controllare l'assetto sgonfiando la stagna ed il suo gav ma mentre lui si riassetta l'altro non riesce nell'operazione e pallona da circa 25 metri, da qui la domanda: è stata la sfortuna o avere una maschera di scorta in tasca gli avrebbe fatto evitare la pallonata?
Fortunatamente non è successo niente di grave, il mio amico ha interrotto l'immersione e una volta in superficie appurando che anche il suo compagno non aveva problemi son tornati insieme sulla barca, ma cosa sarebbe successo se avesse violato una tappa importante di decompressione?
Coraggio vediamo se da questa esperienza possiamo trarne beneficio anche per le nostre immersioni.
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da Ospite il Gio Gen 08, 2009 5:17 pm

Effettivamente.....

Io la maschera di scorta ce l'ho nel gav, già quest'estate ne ho appunto comprata una visto che la mia "adorata" comincia ad avere qualche immersione; mah....mi continuo a chiedere se mai succedesse ( e correttamente va previsto), se riuscirei a mantenere la tranquillità necessaria a effettuare il cambio senza perdere l'assetto!! Visto le mie "ansie"...questo mi fa venire in mente che potrei esercitarmi al cambio maschera prima che possa accadere ! 👅

Oli

Ospite
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da spartaco il Ven Gen 09, 2009 6:27 am

Beh Olivia, questo post è nato per capire se effettivamente è necessario avere una maschera di scorta anche in immersioni di relax,nella tecnica è obbligatorio.
Nel caso si potrebbe sfruttare la piscina per effettuare alcune prove..........con la pratica" l'ansia" passa.
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da sise il Ven Gen 09, 2009 9:29 am

ciao,
credo che il controllo dell'assetto, ed ora più che mai con il corso decompression, sia uno dei cardini della subacquea.
ecco l'importanza di fare tanto esercizio per coordinarsi e mantenere le quote con cura ed attenzione.
sono proprio questi momenti che rendono importanti la zavorratura corretta ed una gestione del respiro perfetta.
secondo me i corsi dovrebbero spingere di più in tal senso.
qui diventa fondamentale anche il gioco della coppia. il controllo del compagno proprio mentre il soggetto con i problemi ha più difficoltà nel gestirsi.
devo dire che con il mio compagno Alberto, ci siamo "deliziati" a provare diverse volte i vari problemi , per esempio il lancio del pallone, con il compagno che , a turno, controllava che chi lanciava non perdesse la quota.
tu Spartaco avevi iniziato un corso di controllo assetto che io, pur non avendolo potuto fare, trovai interessantissimo.
potrebbe essere un'idea fare prove sia in piscina che in mare, almeno per quanto riguarda il nostro gruppo, per trovare la migliore "pesata" ed il miglior controllo posturale e di equilibrio in immersione.
concordo nel fatto che l'allenamento migliori nel tempo la sensibilità.
un saluto
avatar
sise

Numero di messaggi : 383
Età : 54
Località : MARE
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da spartaco il Ven Gen 09, 2009 1:37 pm

ciao Sergio, il corso verrà riproposto dopo il viaggio in Oman, per quanto riguarda il discorso maschera, che a voi toccherà d'obbligo, è solo per cercare di migliorare la sicurezza in acqua di tutti indipendentemente dal livello del brevetto.
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da nemina... il Ven Gen 09, 2009 3:45 pm

io penso che tutti abbino o hanno avuto problemo di machera in acqua.Il saper levare la maschera e rimetterla oppure perderla e prendere quella di scorta non è semplice,io mi metto in prima persona insieme all'olivia.Lo svuotamento della maschera non è mai stato semplice per me,ma ogni tanto,avvertendo prima la fra nel breefing,le dico che durante l'immersione provo a levarmi la maschera,in modo che se succede qualcosa lei potrebbe aiutarmi.Sicuramente la situazione cambia se la maschera si leva senza che tu l'abbia programmato,questo per il momento non mi è mai capitato e penso che,forse,non avrei la più totale tranquillità.Ma la maschera in acqua,secondo me è sempre utile,ed è utile anche dove la posizioni perchè deve essere semplice tirarla fuori.Mi aggrego all'idea di esercizzi da fare in piscina e in mare,e perchè no,anche a varie profondità perchè la profondità forse può cambiare la reazione.... :D :D .. :roll: ,forse,ora,ho più dimestichezza nel gestire la maschera in acqua,rispetto alle prime immersioni,ma sicuramente ancora non sono pienamente convinta della mia tranquillità!! :cheers: :D :suspect:
avatar
nemina...

Numero di messaggi : 412
Età : 34
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://immersioni-natasha84.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

maschera di scorta

Messaggio Da sise il Ven Gen 09, 2009 4:15 pm

ciao Spartaco,
si si sono pienamente d'accordo con te.
gli esercizi maschera ecc.. sono importantissimi, come ogni esercizio fatto per aumentare la sicurezza.
doveroso anche sottolineare come la ridondanza delle attrezzature ( nei limiti logici ed umani) siano basilari per la diminuzione degli incidenti che si potrebbero verificare ( Apollo 13 insegna.....)
vorrei sottolineare anche un altro aspetto che mi sembra che negli anni abbia sempre più perso di importanza nei corsi:
la gestione della parte psicologica del subacqueo . specialmente quella nelle varie eventualità dei problemi.
mi ricordo che prima si tendeva a far acquisire al sub una certa freddezza nelle emozioni, per affrontare i vari problemi, più o meno gravi che si potevano presentare.
oggi nei corsi mi sembra scomparsa questa cosa. non si da importanza alla disciplina mentale , alla forma mentis che un sub deve acquisire per fare le immersioni in tranquillità.
spesso diamo la colpa alla narcosi da azoto o quant'altro ma ho l'impressione che molti vadano in panico o perdano la tranquillità (quindi assetto ed altro), per cose come il cambio maschera che dovrebbe essere naturale per un sub, a causa della non perfetta preparazione o padronanza delle proprie emozioni nei momenti di stress.
quindi si alla maschera di scorta, ma se non c'è... dobbiamo essere in grado di respirare tranquillamente anche senza...
un saluto a tutti,
sergio
avatar
sise

Numero di messaggi : 383
Età : 54
Località : MARE
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da sise il Ven Gen 09, 2009 4:20 pm

per Nemina invece vorrei dire di stare tranquilla.....
il tempo ti insegnerà a fare tante cose in più e non farti prendere dall'ansia...
ricordati che le cose accadono sempre quando meno te lo aspetti ed improvvisamente.
ecco la preparazione di cui parlava Spartaco nei corsi e in queste mail, diventa importante per gestire i vari accadimenti senza stress..
a chi , che magari va sott'acqua da un pò di tempo, non è successo di avere un colpo di pinna e perdere la maschera o l'erogatore...
ecco che quello che ti ha insegnato l'istruttore e che magari ti ha fatto ripetere fino alla noia, diventa basilare per non trovarsi nei problemi..
un abbraccio biondina
avatar
sise

Numero di messaggi : 383
Età : 54
Località : MARE
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da Andrea_N il Ven Gen 09, 2009 4:23 pm

ciao,
in tanti anni, ho avuto soltanto un problema con la maschera subacquea. Si crepò il telaio perché era una maschera vecchia, avendo "lavorato" tantissimo. C'ero affezionato e non la volevo mollare, era la maschera con la quale avevo fatte l'immersioni più entusiasmanti e importanti, che avevo usato durante i record di Pelizzari prima e della Andollo poi, una maschera che avevo inzuppata dappertutto, era il modello Aqua della Cressi. Beh, un bel giorno disse basta durante un'immersione, si formò una fenditura nel telaietto facendola allagare. Fu una noia ma niente di più, l'immersione la portai a termine senza troppe storie anche se dovevo fare uno svuotamento ogni 20 secondi tenendo il viso un pò inclinato per favorire la migliore bolla d'aria al suo interno. I sub, principianti, che erano con me restarono estasiati come se avessi fatto chissà che cosa. A terra infatti fu una serie di smancerie tipo "come sei stato bravo" "pensavo non fosse possibile" "meno male è successo a te" e bla bla bla. La maschera non l'ho buttata è in un cassetto e guai a chi la tocca. In ogni caso, tornando al tema, la mia opinione è che senza dubbio avere la maschera di scorta può essere un vantaggio, l'unica cosa, avendolo notato di persona, è che la maschera di scorta va curata come quella principale, lavandola e detergendola dopo ogni tuffo. Dico questo perché portare la maschera di riserva senza trattarla come ho scritto, finisce sempre che quando ce n'è bisogno si appanna.
A.

Andrea_N

Numero di messaggi : 26
Località : Quarrata (PT)
Data d'iscrizione : 04.01.09

http://www.andreaneri.net

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da patry il Ven Gen 09, 2009 4:36 pm

Nel corso "open" si ha già una panoramica dell'importanza della maschera...ma non soltanto per il suo uso,ma viene esposa in evidenza la "perdita,o lo scambio"
esercizi su esercizi nel suddetto corso ,cercano di abituare il sub anche nell'improvvisa situazione di restare senza!quì si impronta il fatto che senza esercitazioni e quindi "svuotamento" maschera non si possa abilitare il sub anche nei suoi primi corsi....
ma non sono daccordo con te Sergio che con l'emergenza di rimanere senza maschera si possa condurre l'immersione stessa
secondo me se..non si ha una maschera di scorta(concordo con spartaco specialmente nella teknica) dobbiamo affidarsi al nostro compagno....capita...si rompe un laccio,viene tolta da una pinnata energica...ecc ecc....dobbbiamo in conclusione essere in grado di "sopravvivere"ma ..e questo è in primo luogo....è essenziale interrompere l'immersione nella ricreativa...nella teknica la cosa è un pò più complicata da quì sorge la necessità di avere una persona accanto....
nella tecnica le cose cambiano....come?????? beh...........
avatar
patry
Admin

Numero di messaggi : 856
Età : 56
Località : firenze
Data d'iscrizione : 03.12.08

http://nonsolosub.myblog.it

Torna in alto Andare in basso

sono daccordo con te Andrea.....ma la risposta di Sergio non mi sembra "consona "tu che ne pensi..???

Messaggio Da patry il Ven Gen 09, 2009 4:48 pm

[quote:7669="Andrea_N"]ciao,
in tanti anni, ho avuto soltanto un problema con la maschera subacquea. Si crepò il telaio perché era una maschera vecchia, avendo "lavorato" tantissimo. C'ero affezionato e non la volevo mollare, era la maschera con la quale avevo fatte l'immersioni più entusiasmanti e importanti, che avevo usato durante i record di Pelizzari prima e della Andollo poi, una maschera che avevo inzuppata dappertutto, era il modello Aqua della Cressi. Beh, un bel giorno disse basta durante un'immersione, si formò una fenditura nel telaietto facendola allagare. Fu una noia ma niente di più, l'immersione la portai a termine senza troppe storie anche se dovevo fare uno svuotamento ogni 20 secondi tenendo il viso un pò inclinato per favorire la migliore bolla d'aria al suo interno. I sub, principianti, che erano con me restarono estasiati come se avessi fatto chissà che cosa. A terra infatti fu una serie di smancerie tipo "come sei stato bravo" "pensavo non fosse possibile" "meno male è successo a te" e bla bla bla. La maschera non l'ho buttata è in un cassetto e guai a chi la tocca. In ogni caso, tornando al tema, la mia opinione è che senza dubbio avere la maschera di scorta può essere un vantaggio, l'unica cosa, avendolo notato di persona, è che la maschera di scorta va curata come quella principale, lavandola e detergendola dopo ogni tuffo. Dico questo perché portare la maschera di riserva senza trattarla come ho scritto, finisce sempre che quando ce n'è bisogno si appanna.
A.[/quote]
avatar
patry
Admin

Numero di messaggi : 856
Età : 56
Località : firenze
Data d'iscrizione : 03.12.08

http://nonsolosub.myblog.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da nemina... il Ven Gen 09, 2009 5:17 pm

Ciao sergio!!Il mio problema della maschera me lo porto dal corso open,purtroppo!!Spartaco mi ha sempre detto che lo svuotamento lo facevo bene.In acqua ho molta più tranquillità di me stessa,ma so che non basta mai.Sono io che mi sono prefissata di stare senza maschera in acqua e cercare di respirare in maniera,diciamo,normale,ma so,perchè a sharm è capitato,che quando va via la maschera l'ansia si presenta e magari cresce,la visibilità non è più nitida,ma mentalmente cerchi di dire a te stesso di stare tranquillo,è una specie di lotta che fai dentro la tua mente!!Sono comunque esperienze che ti fanno crescere in acqua..e nei vari esercizi che andremo a fare,secondo me,la maschera dovrebbe essere levata di sorpresa,per avere ancora più controllo con te stesso!!La mente in acqua non può essere studiata ma capita forse si!!Nel parlare delle varie sensazioni che provi,durante le immersioni,aiuta a capire come comportarti in acqua,cosa magari fare o non fare; e dire quello che accade è sempre la soluzione migliore.Il parlare aiuta te stesso e forse anche gli altri... :D :D ,l'esperienza è l'unica cosa che ti fa crescere,così è in terra e così è in mare!!Ciao Ciao,N.
avatar
nemina...

Numero di messaggi : 412
Età : 34
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://immersioni-natasha84.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

r

Messaggio Da Andrea_N il Ven Gen 09, 2009 5:46 pm

ciao Patrizia, il senso della mia risposta è nell'ultima parte del mio msg. e cioè che a parere mio, la maschera di riserva può essere utile e poi termino con un consiglio sull'appannamento. Con tutto il dovuto tatto, mi viene da pensare che di questo passo bisogna portare sott'acqua un vagone di roba, perché no ad esempio un cinghiolo di scorta per una pinna, tante le volte se ne rompesse uno, io ad esempio, porto due computer ...
La maschera di riserva non la porto, sicuramente sbaglio, ma è un mio modo di fare, personalissimo e quindi discutibilissimo, con questo, ripeto, che averla non dico sia sbagliato, tutt'altro.
Non ricordo pinnate o altro capaci di togliere letteralmente una maschera indossata, comunque può anche succedere, (dio salvi poi chi mi da una tale pedata) forse è per questo che vedo alcuni sub tenere la maschera sotto al cappuccio (che è un pò macchinoso) ma che nessuna pinnata potrà mai toglierti. Comunque fare esercitazioni dove la maschera "va e viene" contribuisce senz'altro ad acquisire più tranquillità.
A.

Andrea_N

Numero di messaggi : 26
Località : Quarrata (PT)
Data d'iscrizione : 04.01.09

http://www.andreaneri.net

Torna in alto Andare in basso

maschera di scorta

Messaggio Da sise il Ven Gen 09, 2009 6:05 pm

ciao a tutti,
sono d'accordo con te patrizia, volevo dire portare a termine l'immersione, cioè tornare in superficie.
probabilmente ho esposto male il mio pensiero che non voleva essere un inno al non portare la maschera di riserva.
volevo solo dire che è importante addestrarsi sia fisicamente che mentalmente alle evenienze che possono capitare in immersione e che mi pareva basilare l'addestramento psicologico nei riguardi della subacquea.
per quanto riguarda la pinnata... bè portare via la maschera dalla testa è effettivamente eccessivo.
un saluto,
sergio
avatar
sise

Numero di messaggi : 383
Età : 54
Località : MARE
Data d'iscrizione : 09.12.08

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da Mr.fantastic il Ven Gen 09, 2009 7:37 pm

Salve a tutti! Sulla questione della maschera, volevo dire la mia.
Come tutti sapete io provengo da un'altra scuola, che però come nella vostra, si insegnava a togliere e rimettere la maschera ed a svuotarla. Personalmente io mi porto nella tasca della stagna una maschera di scorta, la quale viene trattata esattamente come quella che uso sempre, cioè prima di ogni immersione mi accerto di averle dato l’antiappannante ( io uso quello naturale) e alla fine la detergo come faccio con l’altra.
Dopo di che ogni tanto in immersione mi “diverto” a togliermela, stare un breve periodo senza e poi prendere quella di scorta mettermela e svuotarla, questo a varie profondità ( per adesso l’ho fatto fino a 45 metri) tanto da poter acquisire sicurezza nel trovarmi a respirare senza maschera anche a certe profondità. Poi un consiglio sullo svuotamento, una volta riposizionata la maschera, non fate tanti movimenti “strani” per svuotarla, ma semplicemente soffiate dentro con il naso e vedrete che per incanto l’acqua che era al suo interno sparirà.
Io mi porto nella tasca della stagna anche un cinghiolo per la pinna, non prende posto e puo essere utile a volte più del pedagno stesso.
In conclusione, a mio vedere specialmente nelle immersioni tecniche, è buona norma avere la maschera di scorta.
Ciao a tutti venta.
:lol!: 8) :twisted:
avatar
Mr.fantastic

Numero di messaggi : 329
Età : 55
Località : montecatini terme
Data d'iscrizione : 05.12.08

http://ventaste.blogspot.com

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da spartaco il Dom Gen 11, 2009 8:22 pm

Perfetto, Stefano ha centrato il problema, si tratta di "divertirsi " quindi l'idea di portarsi dietro la maschera ed esercitarsi nel cambio può essere la miglior risoluzione; aggiungo che oggi dopo un ora d' immersione la maschera ha iniziato a fare i capricci allagandosi di continuo, dopo averla svuotata tre o quattro volte senza ottenere risultati apprezzabili ho sfilato quella di scorta dalla tasca e me la sono cambiata terminando l'immersione senza più problemi.
Purtroppo a volte mi è capitato che maschere che sono perfette in alcune immersioni in altre si sono dimmostrate una tragedia ecco perchè ho imparato ad averne sempre una di scorta in tasca
avatar
spartaco

Numero di messaggi : 552
Età : 56
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 04.12.08

http://www.sub-way.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La maschera di scorta

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum